L'arte di saper modellare con sapienza piccoli tesori del gusto, radicata in una tradizione antica che affonda le sue radici nella scelta e nella lavorazione di prodotti di prima qualità. È questa la filosofia di Udy Cagnetta, artista e artigiano del pralinato che ha ereditato dal nonno tecniche di lavorazione che mantengono a tutt'oggi tutte le caratteristiche artigianali fedeli alla ricetta originale.

"Le Belle Arti sono cinque, e cioè: la Pittura, la Scultura, la Poesia, la Musica, l'Architettura. Quest'ultima ha per ramo principale la pasticceria" Anatole France

 

 

Il Casato Cagnetta

Ecco ciò che narra l'antica pergamena di casata Cagnetta: "Cominciato da G.B. di Crollalanza e continuato poscia da suo figlio Goffredo, l'annuario della Nobiltà Italiana con il dizionario storico blasonino delle famiglie nobili italiane ci fa menzionare di questa illustre famiglia, originaria del Piemonte. Comparisce con molto splendore fra la nobiltà piemontese questa casata, gli antenati della quale venuti già molti secoli prima in Piemonte, hanno con la loro reputazione apprestata ha discendenti loro onorata strada, tra le maggiori dignità della patria. Antica e nobile famiglia originaria di Vercelli. Fu costume delle più antiche famiglie, le quali dopo la caduta del Romano Imperio, in quella inondazione de' Barbari, avendo i loro cognomi, siccome gli studi, e altre cose belle smarrito e restati solo con semplice nomi, trarre di nuovo i loro cognomi, e il loro casato dà nomi propri paterni, e de' maggiori." [bibliografia consultata: Dizionario Storico Blasonico]